Spedizione gratuita o cambio gomme senza prenotazione!

Gomme Usate

Revisione gomme: cosa fare se sono lisce e vecchie

Revisione gomme

Quando si avvicina il momento di portare l’auto in revisione, ecco che in molti si accorgono all’ultimo minuto di un dettaglio: il battistrada appare liscio, oppure le gomme sembrano un po’ troppo vecchie. E quindi via con la ricerca su Google: “revisione gomme lisce” e “revisione gomme vecchie” sono addirittura due ricerche suggerite, prova questa dell’importanza che assume la questione per numerosi automobilisti. Ma quali rischi si corrono, parlando della sola revisione, se le gomme sono lisce e/o vecchie? Rispondere non è semplice, perché solo alcuni aspetti sono oggettivi (vedi lo spessore minimo del battistrada, di cui parleremo fra poco), per il resto dipende molto dalla valutazione del meccanico che si occupa della revisione, è che in maniera insindacabile può giudicare fuori norma gli pneumatici montati. Come fare dunque per non essere bocciati alla revisione? Per capirlo, vediamo innanzitutto quali elementi bisogna tenere presente senza eccezioni.

MAI SOTTO LO SPESSORE DI 1,6 MILLIMETRI (GOMME LISCE)

Che cosa vuol dire tecnicamente “gomma liscia”? La domanda è lecita e la risposta va dedotta dal codice della strada: secondo l’attuale normativa italiana (attuale per modo di dire, visto che risale a qualche decade fa), lo spessore minimo tollerato per il battistrada di una gomma per auto è pari a 1,6. Sotto questa soglia, al di là dei pericoli che si corrono, si è passibili di sanzioni e ritiro del libretto. Possiamo affermare dunque che una gomma è liscia quando abbiamo raggiunto il limite minimo consentito dalla legge. Se ci presentiamo al centro revisioni, basta una sola gomma con spessore inferiore a 1,6 mm per non superare il controllo e doversi ripresentare. Attenzione quindi a controllare TUTTE E QUATTRO LE GOMME, perché i meccanici più zelanti valuteranno entrambi i treni e decideranno di conseguenza.

La misurazione può essere effettuata in autonomia tramite calibro, oppure con un metro, o ancora verificando che il battistrada non abbia raggiunto la tacca apposita che molte aziende automobilistiche inseriscono nel battistrada, proprio per aiutare gli automobilisti a tenere monitorata l’usura della gomma. E se ci accorgiamo che le gomme sono lisce? Bè, allora esiste una sola possibilità: ordinare le gomme di ricambio necessarie. Possiamo cambiare una sola coppia, purché sullo stesso asse, o possiamo cambiare tutto il treno, vale a dire le due coppie, quella anteriore e quella posteriore. È lecito cambiarle con pneumatici di seconda mano? Assolutamente sì: nel nostro ecommerce puoi rifornirti a piacere, con tempistiche di spedizione ridotte in tutta Italia, isole comprese. Inserisci le tue misure e acquista online le tue gomme usate!

E SE LE GOMME SONO VECCHIE? I CONSIGLI PRE-REVISIONE

Risalire all’anno di produzione delle gomme è facilissimo (è scritto sulla spalla), stimare l’età per così dire “biologica” un po’ meno. I segni del tempo dipendono infatti da molteplici fattori, come lo stile di guida, le condizioni delle strade percorse, la manutenzione delle gomme stesse (con applicazione ad esempio di nero gomma e pulizia costante)… Gomme di parecchi anni possono quindi apparire ancora in buono stato, mentre gomme usate in maniera eccessiva potrebbero mostrare più anni di quanti ne possiedono in realtà. Qui non abbiamo parametri da rispettare, è ovvio però che un esame preliminare visivo è d’obbligo. Più passano gli anni, più è probabile che compaiano solchi, bolle e deformazioni: recarsi in officina con gomme che presentano questi difetti potrebbe quindi rivelarsi una mossa sbagliata.

Il nostro consiglio spassionato, se ci sono dubbi relativi all’aspetto estetico degli pneumatici, è di trattarli prima con un prodotto specifico, in modo da ripristinare l’originale colore e lucentezza della mescola. Va da sé che se ci sono danni importanti (non semplici forellini dovuti a un chiodo ma appunto bolle o solchi profondi), è dovere dell’automobilista sostituire le gomme, ricordando ancora una volta il principio “stesso treno stesse gomme”. Nel dubbio, la soluzione migliore è procurarsi le gomme con un certo anticipo, così da avere tutto il tempo per riceverle in officina e fissare l’appuntamento per il cambio. A chi vive o lavora a Milano, ricordiamo che è possibile recarsi qui da noi in officina, al numero 51 di Via Nilde Iotti, in località Pieve Emanuele. Saremo ben felici di occuparci della montaggio, della convergenza e della centratura delle gomme, scegliendo se comprare pneumatici nuovi o di seconda mano per il tuo veicolo.

SITUAZIONI PARTICOLARI: PNEUMATICI FUORI MISURA

Per alcune auto ormai fuori produzione capita di non trovare pneumatici della misura originale. Un problema questo che ha portato all’istituzione della tabella Cuna, una tabella dove sono riportate le equivalenze tra numerose tipologie di gomme non più in produzione e le corrispondenti misure tuttora distribuite nel mercato (una o più per ogni gomma). Succede in questi casi che il centro revisioni darà il via libera se e solo se le gomme montate hanno una loro corrispondenza come previsto da tabella Cuna. Se invece anche solo uno degli pneumatici non trova equivalenza, ecco che la misura non è a norma e quindi non permetterà di passare la revisione. E se non ci sono corrispondenze tra gomme obsolete e gomme moderne? Allora l’unica soluzione è recuperare quattro gomme d’epoca e ricostruire la mescola. In questo modo si tornerà ad avere un treno di gomme come da libretto, in linea con ciò che viene richiesto dalla legge.

CONCLUSIONI SULLE GOMME E LA REVISIONE DELL’AUTO

Abbiamo visto in questo articolo come evitare rogne in fase di revisione se ci rendiamo conto che le gomme della nostra auto sono lisce o vecchie. Munirsi di un poco di pazienza per sostituire le gomme, lucidarle o quantomeno controllare lo spessore del battistrada è la scelta più saggia per non incappare in bocciature. Ricordiamo, per concludere, che nel caso la revisione non sia stata superata possono verificarsi tre condizioni:

  • Ripetere l’esame, l’auto deve essere riparata prima di ripresentarsi al centro revisione. La revisione deve avvenire nello stesso centro e va pagata nuovamente tutta la procedura.
  • Sospensione della circolazione, quando il test evidenzia guasti piuttosto gravi e ritenuti troppo pericolosi per autorizzare la libera circolazione del veicolo.
  • Sospensione momentanea, se durante la revisione vengono segnalati guasti di lieve entità, si sospende la revisione e si effettuano le dovute operazioni per concludere il collaudo.

Prova le nostre gomme auto usate e scopri la convenienza senza rischi!

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO SUI SOCIAL

SHARE THIS STORY ANYWHERE

ARTICOLI RECENTI

ARTICOLI RECENTI

LEGGI DI PIÙ
LEGGI DI PIÙ
2022-04-21T11:58:56+02:00
Torna in cima